Corsi HACCP in Italia: i migliori corsi per ottenere un certificato riconosciuto

Fondamentale per la ristorazione e per tutte quelle professioni che si basano sulla manipolazione quotidiana del cibo, il certificato HACCP è ottenibile attraverso dei corsi specifici, oggi disponibili a pochi euro, incentrati sull’insegnamento della normativa vigente in ambito di regole igieniche e conservazione alimentare.

Andiamo a scoprire come ottenere un certificato riconosciuto a livello nazionale e quali sono i migliori corsi disponibili in Italia.

Certificato HACCP e principi di applicazione

Il sistema di certificazione HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points) è nato negli anni Sessanta negli Stati Uniti con lo scopo di normare le procedure di conservazione del cibo durante le missioni spaziali della NASA, evitando così che la contaminazione alimentare potesse mettere a rischio la salute degli astronauti.

Il protocollo è stato poi mutuato e introdotto in Europa a partire dagli anni Novanta, trasformandosi di fatto in un principio generale inerente al mercato della produzione e della vendita alimentare, che stabilisce degli obblighi inderogabili mirati a garantire la salubrità degli alimenti, prevenendo la diffusione di malattie con interventi atti a garantire la corretta conservazione dei cibi.

In Italia, dove il sistema è stato recepito nel 1997, sono le Regioni a stabilire i metodi di rilascio dell’attestato di frequenza al corso che permette di ottenere una certificazione conforme alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Il certificato è obbligatorio per tutta la filiera alimentare, dalla produzione primaria alla vendita a banco o al ristorante, e va a interessare numerose professioni e mestieri che, implicando la manipolazione diretta degli alimenti, devono obbligatoriamente ottenerlo: 

  • Agricoltori;
  • Trasportatori di alimenti deperibili;
  • Titolari di esercizi alimentari;
  • Cuochi;
  • Pasticceri;
  • Camerieri;
  • Addetti mensa in scuole, RSA e aziende;
  • Addetti al porzionamento;
  • Baristi, banchisti, bar tender; 
  • Venditori in negozio o a domicilio; 
  • Magazzinieri;
  • Dal 2006, anche le aziende che operano nel settore dei mangimi per animali destinati alla produzione alimentare.

Il sistema, che si concentra sulla qualità alimentare superando il concetto della sola soddisfazione del cliente e rientrando nel più ampio progetto di tutela della salute pubblica, si articola intorno a 7 principi fondamentali la cui applicazione ha come obiettivo finale la riduzione del rischio di eventuali danni alla salute del consumatore:

  • Principio 1: Individuazione dei pericoli e analisi dei rischi;
  • Principio 2: Individuazione dei CCP (Punti di controllo critici);
  • Principio 3: Definizione dei limiti critici;
  • Principio 4: Definizione delle procedure di monitoraggio;
  • Principio 5: Definizione e pianificazione delle azioni correttive;
  • Principio 6: Definizione delle procedure di verifica;
  • Principio 7: Definizione delle procedure di registrazione.

Per ottenere il certificato è quindi obbligatorio frequentare un corso, offerto dal datore di lavoro o svolto in autonomia, in cui si imparano i caratteri fondamentali per una conservazione consapevole e in sicurezza degli alimenti.

Il corso HACCP prevede tre livelli di attestazione in base al rischio alimentare legato all’attività svolta. Il 1° livello è obbligatorio per titolari o gestori di aziende o attività commerciali, il 2° livello è per i manipolatori delle materie prime, mentre il 3° livello riguarda gli addetti non manipolatori (tutti coloro che svolgono mansioni in prossimità del cibo).

La durata di questi corsi per coloro che devono conseguire l’attestato per la prima volta va da un massimo di 12 ore (1°-2° livello) a un minimo di 8 (3° livello). La certificazione, che ha validità temporanea, va comunque aggiornata periodicamente, in media ogni tre anni.

I migliori corsi HACCP in Italia per qualità e prezzo 

SA Sicurezza
Il corso è riconosciuto dalla Regione Lazio e a livello nazionale, ma è spendibile anche a livello Europeo. Le lezioni sono online e il prezzo base per il corso di primo livello parte da soli 20 euro, un prezzo piuttosto contenuto.

Pedago
I corsi Pedago, società leader nella formazione sul web, sono progettati su misura per soddisfare le esigenze degli operatori alimentari. Tutti i corsi sono conformi alle norme vigenti e sono riconosciuti a livello nazionale. Contenuti, durata e modalità di svolgimento sono compatibili con gli impegni lavorativi del cliente. I costi variano da 25€ (scontati) per i corsi di aggiornamento periodici, ai 30€ (scontati) per i corsi di formazione primaria.

Udemy
I corsi Udemy sono i più accessibili economicamente. Con soli 14,99€ è infatti possibile ottenere una certificazione HACCP riconosciuta in Emilia-Romagna, Piemonte, Veneto, Lazio e Marche. Il corso prevede 15 lezioni online per una durata di poco oltre le due ore totali, fruibili anche su smartphone e tablet grazie all’applicazione dedicata.

Ehaccp
Progettato in conformità con le disposizioni del D.A 275/2018, è valido in tutta Europa. Anche in questo caso le lezioni sono fruibili in modo digitale e il prezzo dei corsi parte da 25€ fino a un massimo di 30€. L’azienda ha rilasciato nell’ultimo anno 18 mila certificazioni in tutta Italia e si distingue per offrire dei servizi di tutoraggio che assistono il cliente per mail, chat o telefonicamente in tutte le fasi di istruzione. 

Tutto HACCP Controllo Alimentare
Tra i più famosi portali di certificazione, Tutto HACCP si distingue dagli altri perché permette a chiunque di seguire gratuitamente i corsi di formazione attraverso le lezioni online reperibili sul sito web. Per ottenere la certificazione, per la prima volta o per aggiornamento, sarà necessario invece pagare un bollettino, ma solo al termine dell’esame finale e solo se questo viene superato correttamente. I prezzi in questo caso si aggirano attorno ai 50€. 

Tutelare la salute: una scelta utile a tutti 

Come abbiamo visto, il sistema di prevenzione e controllo alimentare basato sulle certificazioni HACCP punta a salvaguardare la salute pubblica attraverso il contenimento di tutti quei rischi (malattie, contaminazioni, epidemie) che sono tipici della filiera agroalimentare. D’altronde abbiamo riscoperto negli ultimi due anni, con l’esplosione internazionale della pandemia di Sars-Cov-2, come la prevenzione possa essere uno strumento fondamentale per evitare veri e propri disastri. Visti i prezzi accessibili e la facilità di fruizione dei numerosi corsi disponibili in Italia, sarebbe forse istruttivo per tutti, anche per i non addetti ai lavori, educarsi su alcune norme igieniche e alimentari che possono tornarci utili in futuro per evitare nuove e spiacevolissime sorprese.

One thought on “Corsi HACCP in Italia: i migliori corsi per ottenere un certificato riconosciuto

  1. Giovanna parolin says:

    Salve sardi interessata a frequentare il corso HACCP 1 e2livelli
    Volevo sapere sono autorizzati anche fuori Italia, poiché andrò a lavorare in italia
    Graxie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.