Come creare o rivendicare la tua attività su Google Maps

Se gestisci un ristorante, un bar o una pizzeria sicuramente conoscerai piattaforme come Yelp, The Fork, o TripAdvisor, che altro non sono poi che versioni più moderne e democratiche della Guida Michelin o altre guide “stampate” che nel tempo hanno avuto più o meno fortuna.

Conoscerai però soprattutto Google Maps, l’app a cui tutti fanno riferimento per cercare di tutto, sapere dov’è e ottenere indicazioni per raggiungerlo.

Anche tu puoi avere la scheda della tua attività su Google Maps e far sì che molte più persone ti trovino e varchino la soglia della tua attività.

In questo articolo ti spiegheremo come creare o rivendicare la scheda della tua attività su Google Maps per poi gestire i numeri di telefono, le foto o i video, fino alle prenotazioni e la consegna a domicilio.

Rivendicare, sì, perché spesso capita di trovare già la scheda della propria attività, ma di non poterla gestire. Questo accade perché Google raccoglie informazioni ovunque gli sia possibile, perciò gli stessi utenti di Google Maps potrebbero aver segnalato a Google che esiste la tua attività, oppure il motore di ricerca che tutto sa ha trovato “da solo” informazioni online sul tuo ristorante o la tua pizzeria. In entrambi i casi, è Google a creare la scheda in prima battuta. Tu puoi rivendicarla e farla tua, però!

Aggiungere la propria attività su Google Maps

Per aggiungere un’attività bisogna fare pochi semplici passi, ma ci sono diversi modi di procedere.

Primo sistema

Partendo da Google Maps, possiamo:

  1. inserire un indirizzo nella barra di ricerca e premere “Invio”;
  2. nella scheda relativa all’indirizzo selezionato che appare a sinistra, cliccare sulla voce “Aggiungi la tua attività” (c’è un’icona simile a un negozio con un “+”);
  3. seguire le istruzioni di Google (verrà richiesto l’accesso con un’indirizzo di posta Gmail: inseriscine o creane uno che consulterai regolarmente e di cui soprattutto ricordi bene la password).

Secondo sistema

Partendo sempre da Google Maps:

  1. fai click col tasto destro del mouse in un punto qualsiasi della mappa (non preoccuparti di essere preciso, tanto poi ti sarà permesso inserire l’indirizzo esatto);
  2. sul menu contestuale che appare, clicca su “Aggiungi la tua attività”;
  3. segui le istruzioni di Google (anche in questo caso verrà richiesto l’accesso con un’indirizzo di posta Gmail).

Terzo sistema

Ancora da Google Maps:

  1. accanto alla barra di ricerca c’è un pulsante a forma di “hamburger” (tre lineette orizzontali e parallele): cliccaci sopra;
  2. sul menu che appare a sinistra dello schermo, clicca su “Aggiungi la tua attività”;
  3. segui le istruzioni di Google (come sempre, dovrai accedere con Gmail).

Quarto sistema

Questa volta partiamo direttamente dalla piattaforma di Google per la gestione delle attività su Google Maps. Fino a poco tempo fa si chiamava Google My Business, ma da poche settimane la piattaforma si chiama Profilo dell’attività.

  1. Raggiungi il sito business.google.com e, anche qui, accedi con il tuo account Google (ossia con il tuo indirizzo Gmail e la relativa password, che sono le credenziali valide per accedere a tutti i servizi di Google, come appunto anche Profilo dell’attività);
  2. inserisci il nome e la categoria della tua attività, e poi prosegui con le informazioni che ti vengono chieste.

Alla fine di ognuno di questi procedimenti, ti verrà richiesto di verificare la tua attività.

Questo significa che Google vuole assicurarsi in qualche modo che tu effettivamente sia autorizzato a gestirne la scheda e che l’attività esista.

Tra i diversi metodi che Google propone (non sempre tutti disponibili), c’è l’invio di una cartolina all’indirizzo dell’attività. In questa cartolina, che di solito viene recapitata direttamente all’indirizzo inserito all’inizio del processo in 10-15 giorni, è stampato un codice univoco da inserire sulla piattaforma Profilo dell’attività.

Una volta inserito il codice, l’attività risulta verificata e viene subito pubblicata la scheda.

Dove inserisco il codice?

Per inserire il codice di verifica, come anche per gestire la scheda in ogni sua parte, bisogna tornare su business.google.com e accedere con indirizzo e-mail e password, e cliccare poi su “Verifica attività”.

Rivendicare la propria attività su Google Maps

Per rivendicare un’attività il processo è altrettanto semplice, ma in questo caso partiremo da una scheda già esistente.

Partendo ancora una volta da Google Maps, dovremo:

  1. cercare la nostra attività nella barra di ricerca e scegliere quello corretto;
  2. nella scheda che appare a sinistra, cliccare sulla voce “Rivendica questa attività” (c’è un’icona simile a uno scudo con un segno di spunta all’interno);
  3. nella pagina che si apre, cliccare sul tasto blu “Gestisci ora”;
  4. selezionare un’opzione di verifica e seguire le istruzioni a schermo.

Ovviamente, anche in questo caso bisogna aver fatto il login in Google Maps con il proprio account Gmail.

Non sempre però questo procedimento funziona. A volte non è possibile rivendicare l’attività per vari motivi (magari qualcuno l’ha già rivendicata, oppure tu stesso avevi creato la scheda anni fa – Google Maps esiste da un bel po’ – e ora non sai più come accedere alla scheda).

Come fare?

Partendo da Profilo dell’attività, come per creare una nuova scheda, usiamo il campo “Nome dell’attività commerciale” come se fosse un campo di ricerca e scriviamo il nome della nostra attività, selezionando quello giusto tra i suggerimenti che appaiono.

Apparirà una pagina intitolata “Questo profilo dell’attività è già stato rivendicato”. Da qui potrai scegliere se recuperare l’account (nel caso riconoscessi la tua email dall’anteprima offerta da Google) oppure se richiedere l’accesso alla scheda.

Richiedendo l’accesso, si invia un’email al proprietario della scheda, che dovrà accettare o meno il tuo accesso alla scheda. Se richiedi l’accesso più volte senza ottenere alcuna risposta, Google te lo concederà senza coinvolgere il vecchio proprietario, dovrai solamente ripetere il procedimento da capo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito utilizza i cookie per offrirti una migliore esperienza di navigazione. Navigando su questo sito, accetti il nostro utilizzo dei cookie.